top of page
  • arielshimonaedith

Mila 18 di Leon Uris

Non riesco a scrivere, a tratti ho la sensazione di non riuscire neppure a pensare. Anche parlare è faticoso.

Che altro posso dire a chi non vuole vedere ciò che accade?!

Nella preghiera trovo conforto, forza, serenità.

Nella corsa la consapevolezza d'essere viva.

Ho bisogno di leggere, di abbandonare totalmente le notizie, i giornali, i canali Telegram...

Ho pensato "mi immergo in un romanzo per ritrovare il respiro che mi permetta di riprendere a scrivere."

Questo il libro che mi ha scelta, non posso dire d'essere stata io, avevo in mente qualcosa di leggero, invece lui ha preteso che lo aprissi ed è basata la prima pagina perché capissi il motivo di questa sua risolutezza.

Resterò con lui finché non avrò trovato pace o forse più probabilmente finché non avrò bisogno di tendere di nuovo la mano per estrarre "gli uomini di buona volontà dalla melma e dal sudiciume, incapaci di liberarsi del mostro insaziabile che imperversa tra loro".




58 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page